3 La ricetta è stata cancellata
Versione stampabile/pdf
[X]

Versione stampabile/pdf

Torta di cedro e pesche


Stampa:
4

Ingredienti

  • Ingredienti: 500 gr farina - 1 pizzico di sale - 1 bustina di lievito - 130 gr di burro a temperatura ambiente - 280 gr zucchero - 4 uova - 250 gr. latte - 1 grosso cedro - pesche alle spezie (avanzate dalla lavorazione del liquore alle pesche sciroppate) - Per la glassa: 1 busta di zucchero a velo - 1 limone (eventualmente)
  • 6
  • 7
    Preparazione
  • 8
    Appliance Bimby ® TM 21 image
    Ricetta per
    Bimby ® TM 21
  • 9
5

Preparazione della ricetta

  1. Mettere nel boccale lo zucchero e la scorza del cedro (solo la parte gialla) prelevata con uno sbucciapatate: 30 sec. a turbo. Aggiungere la farina, il sale, il lievito, il burro, il latte e le uova: 1 minuto e 1/2 vel. 6, spatolando all'inizio (questa lavorazione, piuttosto lunga, serve per conferire al dolce la sua consistenza finale, piuttosto densa, simile ai pound cake americani).
    Imburrare uno stampo rettangolare, versarvi metà dell'impasto e distribuirvi sopra le pesche (e le eventuali spezie) , poi coprire con l'impasto rimanente. Infornare a 180° in forno già caldo per 45-50 minuti circa. Al termine lasciare ancora in forno spento e chiuso per una decina di minuti. Togliere dal forno, far intiepidire, sformare sul piatto di portata e glassare con una glassa ottenuta mescolando lo zucchero a velo con il succo del cedro ed aggiungendo eventualmente succo di limone una goccia alla volta fino ad ottenere un composto bianco e spalmabile.


    NOTA # 1: questa torta nasce per riciclare le pesche avanzate dalla lavorazione del liquore. Se si vuole realizzarla comunque, mettere delle pesche sciroppate in una ciotola, aggiungere un pizzico di cannella e di chiodo di garofano macinato e due cucchiaiate di brandy o altro liquore. Lasciare in infusione un'oretta e poi usarle per la torta. E, detto fra noi, il dolce è cmq molto buono anche senza le pesche

    NOTA # 2: Il cedro può essere sostituito con del limone. La grossa scorza bianca che rimane alla fine della preparazione, è buonissima da mangiare anche da sola!

    NOTA # 3: (molto personale e non so di quanto interesse...) questa torta ha passato positivamente l'esame anche di mio figlio, che io chiamo Tommaso Però, perchè ogni volta che assaggia qualcosa dice: "Buono, però...." - ed elenca i vari difetti e le possibili migliorie della pietanza in questione. Stavolta ha detto che il dolce era buono e basta
10
11

Altri Utenti hanno apprezzato anche…


Commenti

Aggiungi un commento
  • Non ci sono commenti in questo momento